ISBN | 978-88-91159-39-7

IBS euro 13,60

Vincenzo Cuomo

Eccitazioni mediali      

Forme di vita e poetiche non simboliche

Il libro è un tentativo di risposta a due questioni: la prima riguarda le ragioni della profonda crisi dei processi “simbolici” rintracciabile nelle forme contemporanee di vita umana; la seconda è relativa alle altrettanto profonde trasformazioni nelle sperimentazioni artistiche che si sono imposte a partire dalla seconda metà del Novecento.

Il volume cerca innanzitutto di mostrare come gli ambienti mediali della fotografia, del cinema, della televisione e del computer abbiamo accelerato e radicalizzato la crisi del simbolico, ciascuno condizionando specifiche modifiche destrutturanti sia negli assetti sociali sia negli assetti psichici degli individui, ciascuno ri-mediandosi e ibridandosi con gli altri in modalità complesse.

In secondo luogo, il libro sostiene che le trasformazioni in senso non-simbolico delle pratiche artistiche tardo novecentesche non sono solo il riflesso del composito “processamento” non-simbolico al quale sono state sottoposte le forme di vita contemporanee, ma contengono anche una risposta artistico-culturale, in buona parte ancora da portare alla luce, alla crisi dei mondi simbolici.

Vincenzo Cuomo è direttore di Kaiak. A Philosophical Journey e, dal 2001 al 2014, è stato co-direttore di Kainos. Rivista on line di critica filosofica. Studioso di estetica e di filosofia della tecnica, è impegnato da alcuni anni alla definizione di un'estetica non simbolica. I suoi ultimi libri sono: Al di là della casa dell'essere. Una cartografia della vita estetica a venire (Roma 2007), Figure della singolarità. Adorno, Kracauer, Lacan, Artaud, Bene (Milano 2009), C'è dell'io in questo mondo. Per un'estetica non simbolica (Roma 2012).